aps | rus | eng | tur | de | it | ar | esp | fr


Министерство
Иностранных Дел
Республики Абхазия

Контактная информация:
Адрес: ул. Лакоба 21, г. Сухум
Тел: +7 (840) 226-70-69
E-mail: visa@mfaapsny.org


Intervista del Viceministro Taniya a cura di Riccarda Lapetuso
E’ stato sottoscritto il Protocollo d’Intesa fra il Ministero degli Esteri e l’Associazione “Europa-Abcasia”

Comunicato stampa di MAE dell’Abcasia in collegamento alla rimozione di atleti abcasi per partecipare al torneo internazionale di lotta libera a Yerevan. 29.10.2015

Comunicato stampa di MAE dell’Abcasia in collegamento alla rimozione di atleti abcasi per partecipare al torneo internazionale di lotta libera a Yerevan.

Come sappiamo dal 21 al 23 ottobre Yerevan ha ospitato un torneo internazionale di lotta libera dedicato alla memoria di allenatore onorato Vagan Zatikyan. Per la partecipazione al torneo sono stati invitati gli atleti da Abcasia, Iran, Georgia, Daghestan, Inguscezia, Ossezia del Nord, Azerbaigian, Ucraina. Tuttavia, dopo l'intervento di Ambasciata georgiana in Armenia gli atleti abcasi sono stati esclusi dalla partecipazione al torneo.

Con profondo rammarico dobbiamo constatare che questo fatto scandaloso è avvenuto in Armenia, il paese che l'Abcasia considera come un paese amico, vista la presenza in Abcasia di una grande diaspora armena, inoltre a questo anche le ottime relazioni tra la Repubblica di Abcasia e la Repubblica del Nagorno Karabakh, così come una naturale simpatia tra il popolo abcaso e quello armeno, che porta in gran parte la somiglianza dei destini storici. E’ difficile trovare una scusa per la decisione delle autorità armene e degli organizzatori del torneo che si sono recati sui falchi della Georgia.

Infatti un fatto simile al recente rifiuto di rilascio dei visti Schengen per la squadra nazionale di calcio della Repubblica di Abcasia per partecipare al campionato europeo della Confederation of Independent Football Associations (ConIFA) in Ungheria, in piu’ anche una negazione della partecipazione del gruppo di danza tradizionele giovanile nel programma del festival internazionale in Turchia, l'episodio con la protesta della Ambasciata georgiana in Germania sulla partecipazione di una delegazione della Camera di Commercio della Repubblica di Abcasia nella fiera “La settimana verde 2015” a Berlino. Questi e molti altri casi sono la prova che la politica della Georgia in materia di Abcasia, nonostante il cambio di governo georgiano, non è cambiata per niente e sta ancora sulla base di vecchi stereotipi e tentativi indegni di isolare le persone dell'Abcasia dal mondo esterno.

Ancora una volta e’ stato violato il principio di non interferenza della politica nello sport. Una chiara espressione della discriminazione nei confronti di atleti abcasi è un desiderio vergognoso della Georgia di mettere lo sport al servizio dei suoi bassi scopi politici.

I tentativi da parte dei georgiani con qualsiasi mezzo di limitare la partecipazione degli atleti abcasi nelle competizioni internazionali testimoniano la continuazione della politica di isolamento del popolo Abcaso e, in pratica, dimostrano il valore delle dichiarazioni demagogiche dei politici georgiani sul dialogo costruttivo,

MAE dell’Abcasia condanna i tentativi in corso della Georgia per contrastare i contatti dell’Abcasia con il mondo esterno e continuerà a sostenere costantemente il principio dei diritti civili e politici dei cittadini abcasi all'estero. Il fatto scandaloso della rimozione di atleti provenienti dall’Abcasia dalla partecipazione al torneo internazionale di lotta libera a Yerevan si rifletterà nel prossimo, previsto a dicembre di quest'anno, round delle discussioni internazionali di Ginevra sulla stabilita’ e sicurezza nel Caucaso del Sud.


Возврат к списку





Об Абхазии

  • Governo
  • Simboli dello Stato
  • Storia
  • Cultura
  • Ministero

    Politica estera

    Consolare Informazioni

    Analitica

    Разработка сайта: Mukhus
    Министерство Иностранных Дел Республики Абхазия E-mail: info@mfaapsny.org; Тел: +7 (840) 226-70-69; Адрес:. Lakoba, 21